Caffeina e glicemia negli adolescenti

Gli adolescenti che consumano bevande energetiche contenenti caffeina possono manifestare un aumento dei livelli di insulina e problemi nel controllo dello zucchero nel sangue. Questo è quanto suggerito in una ricerca della International Federation a Vancouver presentata al “World Diabetes Congress” .
Difatti questi tipi di bevande potrebbero contribuire a un accresciuto rischio metabolico.

I ricercatori dell’Università di Calgary hanno incluso 20 adolescenti (dai 13 ai 19 anni, e un numero equivalente di maschi e femmine) nel loro esperimento. È stato chiesto loro di bere una bevanda energetica contenente caffeina e una decaffeinata (entrambe senza zucchero) a digiuno. Quaranta minuti più tardi, sono stati sottoposti al test del glucosio orale standard di due ore. Sono stati raccolti campioni ematici prima di consumare la bevanda, all’inizio del test e, di nuovo, dopo 30, 45, 60, 90 e 120 minuti.

I risultati hanno dimostrato che i livelli di glicemia aumentavano del 25 per cento durante il periodo di misurazione di due ore dopo l’ingestione della bevanda energetica contenente caffeina rispetto al gruppo di controllo. L’aumento era accompagnato da un incremento del 26 per cento nei livelli di insulina. Dal momento che l’emivita della caffeina va da quattro a sei ore, i ricercatori presumono che il consumo di caffeina possa incidere sulla regolazione del glucosio per diverse ore dopo l’ingestione.

L’autrice dello studio Jane Shearer ha espresso i suoi timori affermando che “l’innalzamento di glucosio e insulina potrebbero contribuire a un accresciuto rischio metabolico nel corso della vita in soggetti suscettibili, tra cui diabete di tipo 2 e malattie cardiovascolari”.

Per maggiori informazioni o per prenotare una visita endocrinologica clicca sull’immagine sottostante 🙂

endocrinologoFonte: Quotivadis.it

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *